Qualcosa in comune: la tua storia è anche la mia!

Qualcosa in comune: la tua storia è anche la mia!

Qualcosa in comune, di Anne Fine, Salani, 2009
Età consigliata: dai 13 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri


Copertina di Qualcosa in comune

Anne Fine in «Qualcosa in comune» racconta le storie di 5 amici accomunati dalla stessa situazione.

Durante una gita 5 alunni non trovano posto sull’autobus insieme ai compagni e vengono mandati su un altro pulmino.

Una volta giunti alla tetra residenza di Old Harwick Hall, i ragazzi trovano in una stanza segreta un diario, scritto molto tempo prima da Richard Clayton Harwick. Curiosi lo leggono e scoprono che il povero ragazzo è divenuto vittima delle angherie del patrigno dopo la morte del padre. Richard poi è riuscito a scappare di casa per una nuova vita.

Tutti e 5, a loro modo, si ritrovano in Richard perché tutti hanno i genitori separati e a uno a uno raccontano agli altri la loro storia.

Claudia racconta di come abbia accettato con difficoltà la nuova compagna del padre, dopo che i suoi genitori si sono lasciati.

Poi è il turno di Colin, che non vede il suo papà da 5 anni e ne sente così tanto la mancanza che sta risparmiando per poterlo un giorno ritrovare ed essere di nuovo felici insieme.

Il terzo che si racconta è Ralph, che ha una moderna famiglia allargata, con un papà, una mamma, due fratelli, due matrigne passate e una attuale – che spera che non venga sostituita dalla Matrigna Numero Quattro – e un bel po’ di fratellastri e sorellastre.

Dopo Ralph è il turno di Pixie, la cui storia ricorda molto quella di Cenerentola, dato che ha una Matrigna Cattiva e due Sorellastre che rappresentano le Pene della sua vita. Ma forse non tutto è come appare inizialmente…

Infine vi è Robbo, che da una parte vorrebbe far felice sua sorella e favorire, anche con l’inganno, il riavvicinamento dei genitori. Ma dall’altra vuole bene al fratellastro e al patrigno e non vuole che la sua famiglia si sgretoli di nuovo.

In «Qualcosa in comune» condividere con gli altri aiuta i 5 amici a capire che vi è sempre una scelta, la stessa scelta di fronte alla quale si è trovato Richard, e ognuno può decidere come affrontare i cambiamenti.

Temi trattati: genitori separati, famiglia, amicizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *