Mia: quando il possesso viene scambiato per amore

Mia: quando il possesso viene scambiato per amore

Mia, di Antonio Ferrara, Settenove, 2015.
Età consigliata: 12 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri


Copertina del libro Mia di Antonio Ferrara«Mia» di Antonio Ferrara è la storia di un femminicidio.

Cesare è un ragazzo di 15 anni che si innamora perdutamente di Stella.
A poco a poco la relazione degenera: gli scatti di gelosia di Cesare si manifestano in gesti di violenza sempre più frequenti. Stella si allontana da lui ma poi torna tutte le volte… o quasi.

«Avevo lei, e invece d’essere felice tremavo per la paura di restare solo. Mi guardavo sempre intorno, in ogni momento, e li vedevo che la guardavano, gli altri, li vedevo, ma mi dicevo che loro potevano solo guardarla, perché lei era mia.
Niente da fare, mi dicevo, questa donna è mia e non la lascio più».

Ormai lei è stanca di perdonarlo e Cesare non accetta che Stella possa andarsene dalla sua vita o che possa essere di qualcun altro.
Così si ritrova con il coltello tra le mani sotto casa della ragazza: «è stato per amore che l’ho uccisa».

L’Autore con uno stile essenziale racconta una storia in cui il possesso viene scambiato per amore.
Antonio Ferrara senza dare giudizi, si limita a narrare i fatti, lasciando il lettore libero nella storia.

«Mia» nasce da “Ti do i miei occhi” percorso di educazione sentimentale e di prevenzione del disagio, in cui Antonio Ferrara ha organizzato dei laboratori di scrittura emozionale.
Coinvolgendo scuole italiane e straniere, l’Autore ha chiesto a ragazze e ragazzi di pensarsi vittima di una qualsiasi forma di prevaricazione, e di descrivere lo stato d’animo di quella condizione.

A partire da quanto immaginato, osservato o realmente vissuto, sono stati delineati i personaggi, la trama e il linguaggio della storia, dando vita ad un libro che parli proprio ad un pubblico di ragazzi.

Lascia un commento