L’estate del coniglio nero: un thriller adolescenziale

L’estate del coniglio nero: un thriller adolescenziale

L’estate del coniglio nero, di Kevin Brooks, Edizione Piemme, 2014
Età consigliata: dai 14 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri


Copertina l'estate del coniglio nero, Kevin Brooks

«L’estate del coniglio nero» è un thriller adolescenziale, in cui emerge tutto il disagio di quest’età di trasformazione.

Pete è un ragazzo solitario, ha passato quasi tutta l’estate a casa da solo con i suoi pensieri.
I suoi genitori sono preoccupati per lui, ma forse è solo un periodo buio dovuto all’età.
Pete in realtà non ha voglia di far nulla in particolare, gli piace solamente leggere e starsene per conto suo.

Un giorno come tanti squilla il telefono di casa e poco dopo risponde sua madre.
Qualcuno sta cercando proprio lui. Ma chi?

È Nicole, detta Nic, ex membro della sua banda, cose da piccoli, di quando avevano 14 anni.
Gli chiede di rivedersi come ai vecchi tempi, insieme a Pauly e Eric, gli altri membri della banda.
Era passato molto tempo da quando Pete li aveva visti e sentiti l’ultima volta. Ormai erano cresciuti e cambiati.
Eppure una sensazione, forse la potenziale rottura della sua routine o semplicemente perché era stata proprio Nicole a chiamarlo, c’è qualcosa che spinge Pete ad andare.

Non senza chiamare il suo amico Raymond, anche lui ex membro, un tipo un po’ strano.
Raymond sta sempre con il suo Coniglio nero, vive in un mondo tutto suo, che non è conforme alle regole sociali dei ragazzi della zona.
Proprio per questo ha sempre avuto un posto speciale nel cuore di Pete. 

L’appuntamento è alla Viuzza, dove si trova il covo della banda, per poi spostarsi al luna park.
Pete sente che nell’aria c’è qualcosa che non va, quella sera succedono cose strane, ma non gli dà molto peso, si ubriaca e cerca di non pensarci.

Però a fine serata Raymond scompare e Pete lo cerca tutta la notte, senza trovarlo.
La mattina seguente Pete si sveglia con la notizia di un’altra scomparsa: Stella Ross, compagna di liceo diventata famosa e scomparsa la stessa sera di Raymond.

Il collegamento tra le due scomparse sembra logico, ma Pete sa che non è possibile che sia stato Raymond a far del male a Stella, pertanto cercherà  di fare il possibile per dimostrare la sua innocenza.

Come è andata veramente quella sera?

Quali sono le verità celate dietro le bugie dei suoi amici?

1 commento su “L’estate del coniglio nero: un thriller adolescenziale”

  1. Questo è uno di quei pochi libri che mi ricordo a distanza di così tanto tempo. Fu un vero pugno nello stomaco. Ricordo le sensazioni di Pete, di quando se ne stava steso sul letto a non fare un bel niente.
    Povero Pete, nella sua adolescenza, l’età di mezzo in cui siamo ancora piccoli ma ci sentiamo grandi, teniamo il conto degli anni come se fossero prova della nostra esperienza. Crediamo di averne tanta, di esperienza … ma quanto c’è ancora da vivere e da vedere.
    Kevin Brooks ti prende, ti fa vedere cosa succede giocando col fuoco e ti lascia questa storia nel cuore, sta a te poi se ignorarla oppure custodirla e trarne insegnamento. Qualunque cosa ne farai, puoi starne certo che non la dimenticherai.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *