In piedi sulla neve: la difficile scelta di una ragazzina

In piedi sulla neve: la difficile scelta di una ragazzina

In piedi nella neve, di Nicoletta Bartolotti, Einaudi, 2015
Età consigliata: dai 12 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri


Copertina In piedi sulla neve di Nicoletta BartolottiSe il tuo papà è il portiere della squadra di calcio più forte del Paese, è naturale che tu abbia una passione incredibile per il calcio.

Lo sa bene Sasha, 12 anni e 8 mesi, che sebbene sia una femmina non riesce proprio a stare lontana dal pallone.

La sua vita, però, come quella di tutti gli abitanti dell’Ucraina, viene sconvolta da Adolf Hitler Baffetto: tutto cambia e i ricordi della vita spensierata passata lasciano il posto alla guerra, alla morte, alla mancanza di cibo.

Tuttavia Sasha ha sempre il pallone mezzo sgonfio del papà e i suoi amici Maksym e Ania e la vita, sebbene diversa da quella di prima, va avanti.
Almeno fino a che i tedeschi non organizzano un campionato di calcio a cui il papà di Sasha e la sua vecchia squadra decidono di partecipare… a loro rischio e pericolo, perché è vero che nel calcio anche i nemici sono leali, ma i tedeschi non sono proprio un esempio di lealtà e correttezza.
Inoltre una figura nella notte minaccia Sasha, avvertendola che se la squadra del padre dovesse vincere, tutte le persone che ama morirebbero

Sasha si trova quindi tra 2 fuochi e ha paura: vorrebbe che il suo papà vincesse e dimostrasse di essere il sogno di libertà in cui tutti credono, ma vorrebbe anche che perdesse, così nessuno potrebbe torcergli un capello.

Quando la vittoria ha come significato la morte, solo perdere può salvarti.
Ma ci sono partite che devono essere vinte, anche a costo della propria vita.

Parole chiave: essere se stessi, coraggio, amicizia

Lascia un commento