Il nido: la bellezza dell’essere imperfetti

Il nido: la bellezza dell’essere imperfetti

Il nido, di Kenneth Oppel, Rizzoli Editore, 2016

Età consigliata: dai 14 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri 


Copertina del libro "Il nido" di Kenneth OppelIl nido racconta la storia di Steve, un ragazzo di dodici anni che fin da piccolo ha molte paure che lo tormentano.

Una notte sogna delle strane figure luminose che a lui ricordano angeli, che gli dicono di essere venute per aiutare il piccolo.
Il piccolo è Theo, il suo fratellino appena nato, che ha gravi problemi di salute e perfino i dottori non sanno bene come curare.

Steve è contento che qualcuno possa aggiustare il suo fratellino, perché vedere il papà e la mamma soffrire lo fa star male.
Allo stesso tempo però si sente sospeso tra i sogni e la realtà, dove per i medici le probabilità di salvezza e di una vita normale per il piccolo Theo sono molto basse.
Tuttavia queste strane figure continuano ad apparirgli in sogno e a dirgli che stanno lavorando per rendere Theo normale e perfetto e Steve si rincuora…

Almeno fino a quando non scopre la verità: le figure che visitano i suoi sogni non sono angeli, ma api che nel loro nido, fatto nel giardino di Steve,  stanno nutrendo e crescendo un bambino tale e quale a Theo. Un bambino sano, come era prima che qualcosa mutasse nel suo DNA e lo rendesse come è ora.

Steve non sa come comportarsi, perché quel bambino all’ interno del nido è bellissimo e la mamma e il papà sono sempre più disperati per le condizioni di Theo, che deve essere operato al cuore. Steve vorrebbe solo fare la cosa giusta per la sua famiglia… e per il suo fratellino.

Per questo si ritrova a combattere contro mostri reali che vogliono distruggere tutto per una perfezione che per quanto alettante possa essere, non è ciò che Steve e la sua famiglia vogliono. Del resto Theo è forte, può superare l’operazione al cuore e successivamente guarire… inoltre la normalità non esiste e nessuno potrebbe sostituire il suo adorato fratellino.

Temi trattati: imperfezione, malattia, paure ancestrali, famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *