Il segreto di Ciro: 2 fratelli, 1 storia

Il segreto di Ciro: 2 fratelli, 1 storia

Il segreto di Ciro, di Antonio Ferrara, Il Castoro, 2014.
Età consigliata: 12 anni

Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri


Copertina Il segreto di Ciro di Antonio Ferrara

«Il segreto di Ciro» narra la storia di 2 fratelli.
Una storia delicata, scritta come solo un autore come Ferrara è in grado di raccontare.

Tutto ha inizio con una domanda. Cosa è più importante?
Avere un animo sensibile e saper esprimere con l’arte i propri sentimenti, oppure essere belli, ma di una bellezza solo esteriore, come una buccia?

Ferdinando ci sa fare: è bello, ma anche disinvolto, sa nuotare, giocare a calcio e suonare la chitarra.

Ciro no. Ciro è brutto e pure imbranato. Solo una cosa gli riesce bene: scrivere.
Scrive poesie d’amore che farebbero innamorare chissà quante ragazze e disegna fumetti che racchiudono tutta la sua rabbia, l’orgoglio e l’amore che ha dentro.

L’arrivo di Lia cambia tutto: bella, intelligente, due occhi che ti scrutano dentro.
I fratelli se ne innamorano, ed è Ferdinando a conquistarla.

Ma Lia abita a Torino, non a Napoli.
Troppo lontano per Ferdinando, che inoltre, ha già un’altra ragazza.
Ma non per Ciro, che comincia a chattare con lei. Le invia tutto ciò di cui è capace, fingendosi, però, il fratello.

Antonio Ferrara, è uno scrittore e illustratore per ragazzi, che ha realizzato numerosi progetti di inclusione sociale e laboratori per bambini, adolescenti ed educatori.
Nel 2012 con il romanzo Ero Cattivo ha ricevuto il Premio Andersen, nella categoria miglior libro per ragazzi oltre i 15 anni.

 

2 Risposte “Il segreto di Ciro: 2 fratelli, 1 storia”

  1. Sicuramente l’immagine del padre è una figura chiave di questo libro; ma è anche bella quella di Ciro, che nonostante la sua timidezza, ha una bellezza interiore, che supera di gran lunga la sfrontatezza del fratello.

    E’ un libro che si legge in un attimo, ma è tutt’altro che vuoto ed ha una dolcezza che ti riempie il cuore…

  2. Ad un primo impatto questa storia potrebbe riguardare un amore sbocciato tra un ragazzo e una ragazza.
    Un amore che come tutti incontra delle difficoltà.

    Ma ciò che mi ha trasmesso di più questa storia non è stata la relazione dei due ragazzi, ma la quella tra il padre e il figlio.

    Un padre che è sempre stato assente, che non c’è mai stato nè nelle situazioni difficili, nè nei momenti felici, ma che nonostante tutto è rimasto nel cuore del figlio lasciando una ferita aperta che non smette mai di sanguinare.

    Ciro riscopre suo padre in questo libro.
    Ciro è il ragazzo tipico ragazzo che quando c’è non lo vedi e che quando sei da solo con lui sei in imbarazzo.

    E’ ovvio che preferiresti stare con il suo fratello maggiore, Ferdinando: bello, con cui si può fare una normale chiacchierata, con cui non senti quel muro di imbarazzo, che sa darti ciò che desideri.

    Ma questi due fratelli sono completamente opposti, quindi ciò che ha Ferdinando non ce l’ha Ciro e … le qualità di Ciro mancano nella personalità di Ferdinando …

Lascia un commento