Io sono la neve

Io sono la neve

Io sono la neve, di Elizabeth Laban, Rizzoli, 2014 Età consigliata: dai 14 anni Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri «Io sono la neve»  è ambientato alla Irvirng School, dove gli studenti del quarto ed ultimo anno hanno diritto ad una camera singola. È usanza, che chi li ha preceduti lasci in camera un dono. Si …

+ Read More

Cosa saremo poi: una storia di cyberbullismo

Cosa saremo poi: una storia di cyberbullismo

Cosa saremo poi, di Luisa Mattia e Luigi Ballerini, Lapis, 2017 Età consigliata: dai 13 anni Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri «Cosa saremo poi», parla di bullismo, anzi, peggio: cyberbullismo, che significa che tutte le parole sgradevoli e offensive che ti vengono rivolte, non le senti solo tu o i tuoi compagni di scuola, …

+ Read More

Qualcosa di speciale

Qualcosa di speciale

Qualcosa di speciale, di Antonella Giacon, Edizioni Corsare, 2017 Età consigliata: dagli 11 anni Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri «Qualcosa di speciale» è ambientato in una periferia perugina, dove i ragazzi giocano in strada. Sono tutti  stranieri, fatta eccezione per Demis, 11 anni, e il suo amico Bruno, che è un po’ «come se …

+ Read More

Papà sta sulla torre: tre amici alla ricerca di se stessi

Papà sta sulla torre: tre amici alla ricerca di se stessi

Papà sta sulla torre, di Francesco D’Adamo, Giunti, 2017 Età consigliata: 11-12 anni Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri Tre amici alla ricerca di se stessi, in un’avventura rocambolesca, alla fine della quale ciascuno troverà il perché della propria vita. «Papà sta sulla torre» è ambientato in una piccola città industriale, industrie pesanti, di ferro e …

+ Read More

The Outsiders: una storia triste, erano solo ragazzi

The Outsiders: una storia triste, erano solo ragazzi

The Outsiders. I ragazzi della 56ª strada,  di S. E. Hinton, Rizzoli, 2017 Età consigliata: 13 anni Vuoi prenderlo in prestito? Usa Il Cercalibri «The Outsiders. I ragazzi della 56ª strada»: una storia triste che lascia l’amaro in bocca, perché erano solo ragazzi. Forse solo tutti ragazzi sbandati, bisognosi di affetto. Da quando un incidente …

+ Read More